Alimentazione · Salute

Omogeneizzati: Facciamo chiarezza su cosa diamo da mangiare ai nostri bambini.

Partiamo prima di tutto da chi produce. Gli stabilimenti che producono omogeneizzati sono regolamentati dal Regolamento 853/2004 e devono avere anche un riconoscimento da parte del Ministero della Sanità in quanto producono prodotti che vengono definiti ADAP cioè Alimento Destinati ad un’Alimentazione Particolare. ”Alimento particolare” non solo inteso in riferimento all’infanzia, ma anche a persone che non possono alimentarsi normalmente, per chi ha dei problemi fisici, o persone particolarmente in là con l’età che hanno problemi di deglutizione.

Quindi si ha sia un controllo sia da parte della comunità europea con il reg. 853/2004 che da parte dello stato italiano per mezzo del Ministero della Sanità.

I prodotti omogenizzati di carne sono dei prodotti costituiti da carne per una certa percentuale, il resto è rappresentato da altri alimenti come carboidrati da cereali i quali vengono intimamente omogeneizzati.

Qui sorge il problema. Non c’è un regolamento che vige sulle quantità minime di carne che devo essere presenti negli omogeneizzati. In genere le quantità presenti si aggirano intorno al 40% (quantità minima per legge) nel caso degli omogeneizzati di carne e al 10% nel caso degli omogeneizzati di pesce.

Tutti gli altri ingredienti sono “surrogati” necessari a fare massa in qualche modo. Quindi fondamentalmente avremo riso ed altre tipologie di cereali che andranno a costituire il più. Avremo dell’acqua (non aggiunta ma derivata dalla carne stessa perché era già presente in essa) e sale.

IMPORTANTE: per legge l’unico additivo permesso è il sale per cui se leggete la dicitura ”senza additivi”, ”senza coloranti”, ” senza conservati” ecc.. Non si tratta di un prodotto migliore rispetto ad altri in quanto è la legge che lo impone quindi saranno comunque assenti anche in tutti gli altri omogeneizzati. Quindi non lasciatevi ingannare dalle tecniche di merchandising. Ma…

Fate attenzione all’etichetta:

immagine1

 

Non tutti gli omogeneizzati sono uguali da un punto di vista quantitativo per quanto riguarda la carne e bisogna anche vedere con cosa compensano le restanti percentuali di ingredienti necessari per produrre l’alimento. Guardare anche quale tipo di cereale viene impiegato soprattutto perché non tutti i tipi di cereali hanno la stessa digeribilità. La digeribilità è un  aspetto importante degli alimenti quando si tratta di alimentazione dei neonati.

Se potete, quindi, cercate di seguire i consigli del pediatra (uguali a quelli del nutrizionista): preparate a casa voi gli omogeneizzati per i vostri bambini e utilizzate quelli già pronti solo come eventuale scorta. I vostri bimbi vi ringrazieranno 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.