Alimentazione · Salute

Quando il cibo ti divora: anoressia e bulimia.

L’anoressia comincia nel silenzio.

Una volta si salta un pasto, poi due e poi si inizia con le scuse verso amici e parenti per giustificare il digiuno, si smette di raggiungere gli amici per cena o si sostiene di aver già mangiato a casa.

E’ più facile mentire a se stessi e agli altri che riconoscere di avere un problema.

Non riuscendo a controllare i sentimenti si cerca di essere intransigenti ed avere il controllo sul proprio corpo, evitando il cibo.

E così, piano piano, la bilancia diventa il centro della vita per le persone che soffrono di questo disturbo: si pesano molte volte al giorno, controllando tutto anche i minimi segnali di variazione del peso, calcolano le calorie di ogni singolo alimento con una precisione tale che nel tempo diventa maniacale.

conditions-disorders_eating

All’ anoressia spesso si associa la bulimia.
Dopo i periodi di digiuno arrivano le abbuffate incontrollate e poi: il senso di colpa. La soluzione è spesso vomitare.

Chi soffre di queste malattie è bravissimo a mentire, non sottovalutate nessun piccolo segnale.
Appena cogliete qualche indizio cercate appoggio in uno specialista, seppur con le migliori intenzioni, continuare a ripete di mangiare non è la soluzione.

L’anoressia e la bulimia sono malattie molto complesse che nascondono una serie di disagi, da un trauma, da qualcosa che non si riesce ad affrontare.

La ricerca dell’estrema magrezza non è espressione di una vanità, non è ”voler apparire al meglio”,

è una richiesta d’aiuto da parte di chi non riesce a dare voce a ciò che ha dentro.

anoressia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.